Contributi per il contrasto al «non finito»: ulteriore proroga dei termini

15/04/2021

Contributi per il contrasto al «non finito»: ulteriore proroga dei termini
Si informa la cittadinanza che il termine per la presentazione delle domande al fine di beneficiare di contributi per interventi di contrasto al «non finito» è stato prorogato al 30 aprile 2021.  
 
[ ARCHIVIO NOTIZIA DEL 15/03/2021 ]

Si comunica inoltre che – considerato che presupposto essenziale per la richiesta di contributo è l’assenza nell’immobile di opere eseguite in assenza di titolo abilitativo o in totale difformità o con variazioni essenziali e che tra la documentazione da produrre risulta necessario allegare l’attestazione di conformità urbanistica a firma di tecnico abilitato e considerato che la verifica delle disposizioni urbanistico edilizie comporta nella maggior parte dei casi la necessità di presentare richieste di accesso documentale per la verifica della “legittimazione” dell’esistente con conseguenze rimando dei tempi di presentazione della richiesta di contributo - l’articolo 2 del bando è stato integrato con la possibilità di «inoltrare al protocollo dell’ente in via provvisoria la domanda di contributo per gli immobili con presenza di opere abusive incidenti sul rispetto dei parametri urbanistici e in assenza del provvedimento definitivo di sanatoria prima della scadenza del termine fissato per la presentazione della richiesta di contributo, con l’impegno a definire la pratica di accertamento di conformità entro 6 mesi». 

Nel caso in cui il proprietario dell’immobile dichiari di aver verificato la presenza di opere eseguite in assenza di titolo abilitativo o in totale difformità o con variazioni essenziali, indipendentemente dalle risultanze della graduatoria di merito e/o nel caso in cui dichiari di rinunciare alla richiesta, resta fermo il termine di 6 mesi per la presentazione della domanda di sanatoria. Decorsi sei mesi dalla presentazione della domanda senza che l’interessato abbia presentato istanza di sanatoria, attraverso un accertamento Tecnico d’Ufficio volto a verificare l’illiceità della situazione di fatto, rilevata la presenza di abusi edilizi verrà emanato il provvedimento repressivo di demolizione.

[ ARCHIVIO NOTIZIA DEL 04/03/2021 ]

Il Comune di Bauladu ha pubblicato un bando per la concessione di contributi a fondo perduto da destinare a privati cittadini e imprese per interventi di valorizzazione e recupero di immobili (ad uso privato o commerciale) ubicati nel centro abitato. 

L’iniziativa prevede l’erogazione di risorse nella misura dell’80% delle spese ammissibili, entro un massimale del contributo medesimo di 15.000,00 euro per immobile, ai fini della realizzazione di lavori di riqualificazione e adeguamento dei prospetti esterni delle abitazioni del paese. 

Le domande possono essere presentate entro il 16 aprile 2021. Attualmente la dotazione finanziaria sul bilancio comunale è di 82.000,00 euro, tuttavia l’Amministrazione Comunale intende rimpinguare il capitolo dedicato in base alle istanze che saranno presentate agli uffici dell’ente locale.    

In attesa della possibilità di organizzare un’assemblea pubblica volta a illustrare nel dettaglio il progetto,  per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al Servizio Tecnico del Comune di Bauladu (dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13, e il lunedì dalle ore 16 alle ore 18). 

*  *
 
«L’iniziativa intende promuovere la bellezza diffusa nell’abitato e, attraverso essa, creare reddito, occasioni di lavoro e valore nella comunità. Il decoro urbano infatti influisce sulla qualità della vita dei cittadini, sull’immagine del paese che trasmettiamo, sull’ospitalità e sull’economia locale. Per questo motivo la cura e il miglioramento degli spazi richiede il coinvolgimento e l’impegno di tutti. L’Amministrazione Comunale negli anni ha avviato un programma di interventi volto a riqualificare diversi spazi pubblici: si tratta di un percorso che può ottenere risultati pienamente qualificanti se accompagnato da azioni su edifici e aree private. Sono convinto che saranno numerose le famiglie che approfitteranno di questa importante opportunità»
(Davide Corriga, Sindaco di Bauladu)