Covid-19: misure a sostegno delle famiglie sarde - L.R. 12/2020

16/04/2020

Covid-19: misure a sostegno delle famiglie sarde - L.R. 12/2020
Si rende noto che a partire dal 17 aprile 2020 è possibile presentare domanda per beneficiare delle misure straordinarie a sostegno delle famiglie sarde per fronteggiare l'emergenza economico-sociale derivante dalla pandemia SARS-CoV-2, di cui alla legge regionale nr. 12 del 8 aprile 2020. 
 
Chi può fare richiesta
Possono fare richiesta i nuclei familiari residenti e domiciliati nel Comune di Bauladu alla data del 23.02.2020 i cui componenti siano (almeno una condizione):
  • lavoratori dipendenti o autonomi che abbiano subito una sospensione o una riduzione di attività lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da Covid-19 e i cui datori di lavoro non abbiano acceduto alle forme di integrazione salariale o vi siano transitati a seguito del decreto legge 17 marzo 2020, nr. 18;
  • lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla gestione separata di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell'emergenza epidemiologica daCovid-19;
  • titolari di partite IVA, ovvero soci di società iscritti alla gestione dell’assicurazione generale obbligatoria (AGO) di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell'emergenza epidemiologica daCovid-19;
  • collaboratori di imprese familiari di categorie economiche la cui attività è stata sospesa o ridotta a seguito dell'emergenza epidemiologica daCovid-19;
  • privi di reddito di lavoro o di impresa alla data del 23 febbraio2020.
Possono fare richiesta esclusivamente i nuclei familiari con un reddito inferiore a € 800,00 mensili netti relativamente al periodo 23-02-2020/23-04-2020.

Cause di esclusione
Non beneficiano dell’indennità i nuclei familiari composti fino a tre persone nei quali almeno un componente percepisca una pensione o un reddito mensile derivante da lavoro dipendente o da attività lavorativa non sospesa o non ridotta per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da Covid-19, il cui importo sia uguale o superiore a euro 800,00 alla data di presentazione della domanda.

Criteri di concessione delle indennità
Le indennità saranno erogate secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande in esito all’analisi del fabbisogno che sarà realizzata dagli uffici comunali. L’analisi verrà condotta per nuclei familiari e non per individui, sulla base delle informazioni già note agli uffici comunali e della autocertificazione.
 
Indennità spettanti
Le indennità previste dalla presente legge sono cumulabili con altre forme di sostegno al reddito, anche connesso all'emergenza epidemiologica da Covid-19, fino alla concorrenza di 800 euro al mese per le famiglie fino a tre componenti. Per ogni componenti ulteriore sono concessi euro 100.
 
L’indennità integra tali forme di sostegno fino alla concorrenza di quanto sotto indicato:
  • nucleo familiare composto fino a n.3 persone € 800,00
  • nucleo familiare composto di n.4 persone € 900,00
  • nucleo familiare composto di n.5 persone € 1.000,00
  • nucleo familiare composto di n.6 persone € 1.100,00
  • nucleo familiare composto da n.7 persone € 1.200,00
Modalità di erogazione e fruizione delle provvidenze
Le provvidenze saranno erogate tramite:
  • Tessera CNS
  • Carte prepagate
  • Bonifico bancario
  • altre forme consentite dalla legge
Modalità di presentazione della domanda di accesso alle provvidenze
La domanda di accesso alle indennità avviene sotto forma di autocertificazione e costituisce attestazione di veridicità delle dichiarazioni contenute.Il Comune effettuerà controlli a campione, tesi a verificare l’attendibilità delle dichiarazioni rese.L’autocertificazione dovrà essere presentata utilizzando l’apposito modello (allegato B) e potrà essere consegnata a scelta del richiedente:
  • prioritariamente mediante invio alla posta elettronica dell'ente agli indirizzi ass.sociale@comune.bauladu.or.it (mail ordinaria) e comune.bauladu@anutel.it (pec);
  • in caso di impossibilità di invio tramite email, mediante consegna diretta programmata telefonicamente al numero 0783.51677, al protocollo generale (dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 13,00).
Nel caso le domande venissero presentate in formato cartaceo presso l’ufficio protocollo, si raccomanda di porre in essere le dovute precauzioni tenendo debita distanza dalle altre persone, o entrando nella casa comunale evitando assembramenti.
 
All’istanza, resa sotto forma di dichiarazione sostitutiva ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR 445/2000 dovranno essere allegati:
  • copia del documento di identità;
  • dichiarazione Iban (per l’accredito del beneficio).
Controlli
Il Comune effettuerà i dovuti controlli, anche a campione, circa la veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini dell’accesso alle provvidenze, anche richiedendo la produzione di specifiche attestazioni, non appena le direttive nazionali consentiranno la normale ripresa delle attività.A norma degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, chi rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia e decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.